Bonus pubblicità 2018: credito di imposta sugli investimenti pubblicitariIl 5 dicembre 2017 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la legge 4 dicembre 2017 n.172 di conversione del decreto […]

Gen 25, 2018
Posted in: , Mercati

Il 5 dicembre 2017 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la legge 4 dicembre 2017 n.172 di conversione del decreto legge 16 ottobre 2017 n.148, che prevede un credito d'imposta sugli investimenti pubblicitari incrementali programmati ed effettuati sulla stampa (quotidiani e periodici, locali e nazionali, anche on line) e sulle emittenti radio-televisive locali, analogiche o digitali.

Il contributo è concesso alle imprese, ai lavoratori autonomi e agli enti non commerciali, e consiste in un credito d'imposta pari al 75% del valore incrementale degli investimenti pubblicitari effettuati (rispetto al periodo di imposta precedente), elevato al 90% nel caso di microimprese, piccole e medie imprese e start up innovative, nel limite massimo complessivo di spesa stabilito.

Per fruire del credito serve anche che il valore degli investimenti pubblicitari superi almeno dell’1% gli analoghi investimenti effettuati sugli stessi mezzi di informazione l’anno prima.

Contattaci
  • This field is for validation purposes and should be left unchanged.
Potrebbe interessarti anche
Riri si espande  e punta sulla luce

Riri si espande e punta sulla luce

Nuove acquisizioni per il noto gruppo di cerniere e bottoni che puntano a migliorare la capacità produttiva. La prossima SS19, invece, punta tutto sulla luminosità.

La calzatura italiana va verso la stabilità

La calzatura italiana va verso la stabilità

Tutti gli indicatori in crescita sommati al miglioramento dell’economia italiana aprono interessanti aspettative al settore calzaturiero

CSCB: la pelle brasiliana certifica la sua sostenibilità

CSCB: la pelle brasiliana certifica la sua sostenibilità

Economia, ambiente, sociale, management della sostenibilità: la pelle brasiliana si dota di un alleato per il futuro sostenibile dell’industria conciaria che si basa su questi quattro capisaldi. Si tratta di CSCB, la certificazione di sostenibilità della pelle brasiliana, strumento fortemente voluto da CICB – Centro Brasiliano dell’industria Conciaria, per promuovere le best practice dell’industria conciaria brasiliana e rispondere alla crescente richiesta di prodotti e processi sostenibili da parte dei mercati internazionali.