La scienza ispira la moda, il design, l’automotiveMercato, prospettive settoriali e la novità dell’Innovation Square. Ne parliamo con Fulvia Bacchi, ceo di Lineapelle.

Set 11, 2018
Posted in: , Eventi , Fiere , Intervista , Mercati
fulvia-bacchi-da-togliere-fondo-e-mettere-in-bn
Fulvia Bacchi

Lineapelle non è solo la business experience globale di riferimento per i beni intermedi destinati all’industria della moda e del lusso, al design e all’automotive. È anche incubatore di novità, oltre che perfetta cartina di tornasole dell’andamento del mercato. Ce ne parla Fulvia Bacchi, ceo dell’evento.

La fiera riconferma i suoi numeri, anzi, registra un contenuto aumento degli espositori e un più sostanzioso aumento dello spazio espositivo. Nonostante le incertezze del mercato, che non lasciano adito a moltissime speranze, la fiera si dimostra in perfetta forma ed è sempre vissuta come un punto di riferimento fondamentale.

Mercato che, quindi, non conferma la ripresa?
“No, il che ci preoccupa un po’. Abbiamo percepito una sorta di attesa, durante gli eventi Lineapelle di Londra e New York. Pare che tutti aspettino accada qualcosa… penso ai dazi e alle altre tematiche nell’aria in questo periodo. Tra i settori più colpiti c’è la calzatura che, di riflesso, coinvolge concerie e accessoristi. È, in generale, un momento complicato. Non si può parlare di vera e propria crisi di ritorno, bensì di incertezza. Vi è molto interesse per le proposte innovative di pelli e accessori, ma una volta viste non si prende alcuna decisione. Prezzo e sostenibilità, sono temi centrali nel confronto fra fornitori e produttori”.

immagine sito LPSostenibilità sempre più protagonista, quindi?
“Sempre più fondamentale. E le concerie non si trovano certo impreparate, visto che da anni ci lavorano. Ora che anche i clienti se ne interessano, daremo più spazio al tema anche durante Lineapelle proponendo seminari e conferenze di approfondimento. Evidenzierei in particolare il convegno, organizzato insieme al CNR, riguardo le nuove regole per il calcolo dell’impronta ambientale delle concerie che la Commissione Europea ha approvato, seguendo anche le nostre indicazioni”.

Quale, secondo lei, la novità più interessante della prossima edizione di Lineapelle?
“Durante la 95ma edizione di LINEAPELLE a Milano, in programma dal 25 al 27 settembre 2018, apriremo le porte al futuro, inaugurando la INNOVATION SQUARE. Sarà un’area di incontro unica e innovativa, posizionata lungo Corso Italia, che caratterizzerà anche l’evoluzione dell’offerta fieristica del settore. Proporrà un fitto programma di presentazioni, in cui interverranno oltre 40 esponenti del mondo accademico e della ricerca provenienti da Italia, Spagna, Portogallo, Francia, Belgio, Germania, Israele, Regno Unito, Svizzera, Stati Uniti, che presenteranno metodologie pronte per essere commercializzate e i più significativi risultati della ricerca settoriale”.

Come nasce l’iniziativa?
“È nostra intenzione esibire al mercato non solo cosa succede nel mondo, ma creare una rete di connessioni e un sistema operativo che ci permetta di mantenere la leadership internazionale anche nel medio e lungo periodo”.

dsc04049

logo_home_blu

LINEAPELLE Innovation Square

LE TEMATICHE Si tratterà di discipline di frontiera come biotecnologie, biomimetica, circolarità, nuovi materiali, intelligenza artificiale, robotica collaborativa, competenze del futuro. La scienza fornisce all’industria i suoi risultati più applicabili al concreto delle cose, le aziende della moda sono abituate a ispirarsi e modificarsi velocemente: la scienza ispira il mercato. I PROTAGONISTI Rappresentanti di istituzioni di primo piano a livello globale. Alcuni esempi: Tufts University di Boston (USA), Harvard Innovation Lab (USA), London College of Fashion (UK), Politecnico di Milano (IT), Adolph Merke Institute (CH), Virginia Tech (USA), MIT (USA). SOLUZIONI CHE VERRANNO PRESENTATE Nuovi biomateriali realizzati da cellule e batteri Seta di ragno ottenuta da lieviti Self print 3D correlata allo sviluppo progettuali dei designer Circuiti elettrici flessibili realizzati in seta stampabili su superfici morbide Materiali che “si aprono e si chiudono” in funzione della temperatura Materiali cromosensibili Gel che producono elettricità imitando le anguille Sensori innovativi indossabili Applicazioni del grafene (strato monoatomico del carbonio) Soluzioni di machine learning e intelligence artificiale Robotica e automazione

UNIC – Unione Nazionale Industria Conciaria http://www.unic.it

L’Unione Nazionale Industria Conciaria, opera dal 1946 a tutela delle aziende associate promuovendo gli interessi della categoria, rappresentandoli ad ogni […]

Potrebbe interessarti anche
Desma: orizzonte futuro

Desma: orizzonte futuro

Innovazione, confronto con i partner e la clientela, scambio di idee: per due giorni la Desma House Fair è stata il centro dell’ndustria della calzatura globale archiviando numeri da record: 780 visitatori professionali, da sei continenti, e 54 espositori.

Allo SMAU 360° Storytelling: la realtà virtuale racconta l’artigianato made in Italy

Allo SMAU 360° Storytelling: la realtà virtuale racconta l’artigianato made in Italy

Dal 23 al 25 ottobre i visitatori dello Smau di Milano saranno “teletrasportati” nel laboratorio artigiano della designer Olivia Monteforte, grazie al progetto di tre startupper marchigiani.

IFTS 2018, riparte il corso per tecnici calzaturieri, dopo il successo dello scorso anno

IFTS 2018, riparte il corso per tecnici calzaturieri, dopo il successo dello scorso anno

Giunge alla seconda edizione la proposta formativa “Tecniche di industrializzazione del prodotto e del processo per il settore calzaturiero lombardo” che ha l’obiettivo di formare giovani tecnici per tramandare il saper-fare dell’industria calzaturiera del settore lusso.