Nike Flyleather: super-materiale per la sostenibilitàIl colosso mondiale dell'atletica prosegue la sua ricerca nel campo dei materiali sostenibili e presenta una rivoluzionaria pelle destinata a bissare il successo di Nike Flyknit.

Giu 13, 2018
Posted in: , Sostenibilità

Flylaether è la risposta di Nike alla richiesta sempre più pressante di sostenibilità da parte del mercato. Nonostante la vera pelle sia da sempre flyleather_web_durability_059_06b_4k_0021_hd_1600stata il materiale d’elezione per molti dei suoi modelli iconici di calzature, l’esigenza di ridurre l’alto impatto ambientale in fatto di emissioni di anidride carbonica e consumo di acqua di questo materiale, hanno stimolato il colosso dello sport indirizzare la ricerca verso una soluzione alternativa.
E’ nato così Flyleather, un rivoluzionario super-materiale sostenibile e di qualità premium, durevole e al tempo stesso leggero, nonché performante.
Flyleather è realizzato per il 30% con la pelle di scarto della produzione del cuoio: le fibre della pelle vengono unite a fibre sintetiche e ad un’armatura di tessuto attraverso un processo di “fusione idrica” che le compatta in un unico materiale. A questo punto Flyleather passa attraverso varie fasi di flyleather_web_sustainability_066_04b_4k_0001_hd_1600finissaggio, tra cui la pigmentazione, per poi presentarsi sotto forma di rotolo.
L’aspetto e la mano di Flyleather sono quelle di una vera e propria pelle premium, ma la differenza tra i due prodotti sul piano dell’impronta ambientale è sostanziale. Il processo di lavorazione di Flyleather richiede infatti il 90% di acqua in meno rispetto alla vera pelle. Inoltre, l’impronta di carbonio dell’intero processo manifatturiero è inferiore dell’80% rispetto a quello della concia tradizionale. Ultimo, ma non meno importante vantaggio, è che presentandosi in rotolo, Flyleather può essere tagliato in modo efficiente e col minimo di scarto rispetto ai tradizionali metodi di taglio della pelle pieno fiore.

Nike Flyleather imita alla perfezione le pelli atletiche a pieno fiore sia nell’aspetto che nella mano – dichiara Tony Bignell, Nike Vice President di Footwear Innovation – Rispetto alla pelle tradizionale, Flyleather permette una produzione di grado costante in una larga gamma di prodotti. Ecco perchè è così sostenibile per Nike: la vera pelle è utilizzata in molti degli stili delle calzature iconiche del marchio, ma per Nike ha il secondo più alto impatto ambientale sull’emissione di anidride carbonica e sull’utilizzo di acqua. Flyleather potrà cambiare tutto ciò.

La prima scarpa a vestire il nuovo materiale sostenibile sarà la Nike Flyleather Tennis Classic, una versione bianca della sneaker premium, disponibile sul sito nike.com. Seguiranno le limited edition Nike Flyleather next generation, tra cui Air Force 1, Air Max 90, Cortez, Jordan 1 e Tennis Classic.

Potrebbe interessarti anche
La rivoluzione delle fibre

La rivoluzione delle fibre

L’industria della moda ha da sempre la pretesa di essere un settore all’avanguardia quando, in realtà, si dimostra conservatrice se si tratta di tessuti.

Calzature sostenibili e alla moda per tutti

Calzature sostenibili e alla moda per tutti

Il settore calzaturiero è incentrato sulla clientela ed è basato su dati e tecnologie, e sempre più informazioni sono disponibili riguardanti i consumatori di riferimento. Oggigiorno essi valorizzano gli atteggiamenti sociali e responsabili dell’ambiente, richiedendo prodotti e processi autenticamente ecologici, nonchè interazioni digitali.

Riciclo, trasformazione e riuso degli scarti nel Sistema Moda

Riciclo, trasformazione e riuso degli scarti nel Sistema Moda

L’analisi del fine vita dei prodotti, considerata come “quell’attività necessaria per il riutilizzo di un prodotto al termine della sua vita utile” (Parlikad and Macfarlane, 2004), si inserisce nel concetto di eco-efficacia, come espresso dal manifesto “Cradle to Cradle” di McDonough e Braungart: “Bisogna imitare il metabolismo efficace della natura ‘dalla culla alla culla’ in cui il concetto di rifiuto non esiste”.