Fabrizio Nuti, a capo del gruppo conciario Nuti Ivo di Santa Croce sull’Arno

L’imprenditore toscano Fabrizio Nuti, 57 anni, è il nuovo presidente di UNIC – Concerie Italiane. L’annuncio è stato dato oggi 3 dicembre nel corso dell’Assemblea generale dell’associazione svoltasi in videoconferenza.
Il neopresidente dei conciatori italiani, a capo del gruppo conciario Nuti Ivo di Santa Croce sull’Arno, ha ringraziato il presidente uscente Gianni Russo per l’importante lavoro svolto fin qui, annunciando di voler proseguire sul percorso intrapreso focalizzandosi in particolare su alcune priorità: la sostenibilità della pelle, la sua promozione sul mercato attraverso la diffusione di messaggi chiari ed efficaci e la fiera Lineapelle. “Assumere la presidenza in un momento così difficile – ha dichiarato Nuti – dove l’incertezza regna sovrana, rende tutto molto più complicato e limita la definizione di programmi e progetti futuri. Mi limiterò pertanto a indicare come leitmotiv della mia presidenza quello di rafforzare e valorizzare l’industria conciaria italiana, affinché le siano riconosciute quelle caratteristiche che l’hanno resa leader mondiale, e di mantenere un dialogo, un confronto continuo ed efficace, con tutti gli attori della filiera”.
Durante l’assemblea è stato riconfermato il Consiglio di presidenza uscente – costituito da Gianni Russo, Graziano Balducci, Piero Rosati, Alessandro Iliprandi, Valter Peretti e Rino Mastrotto – ed allargato a 4 nuovi membri il Consiglio Generale UNIC con l’ingresso di Chiara Mastrotto, Luca Pretto, Filippo Francioni e Fabrizio Masoni.