Per chi desidera entrare a far parte del mondo della moda, sfilare in passerella è il coronamento di un sogno, come per un artista la prima mostra personale o per un calciatore segnare il gol decisivo in finale.
Per gli studenti dell’Arsutoria School, che frequentano il corso calzature di un anno o il corso borse semestrale, il sogno può divenire realtà. Come accade già da qualche tempo grazie alla partecipazione della scuola alla Fashion Graduate Italia, l’evento promosso da Piattaforma Sistema Formativo Moda che, ogni anno, raduna le Scuole e le Accademie di Moda italiane per presentare sfilate, incontri, workshop e allestimenti che raccontino il presente e immaginino il futuro dei giovani designer della moda…


Come accedere a questa incredibile opportunità? Aderendo al programma di un anno per le calzature e semestrale per le borse ideato da Arsutoria School che fornisce una profonda conoscenza delle competenze richieste al giorno d’oggi dal settore calzaturiero e pellettiero. Un approccio pratico che consente agli studenti di apprendere ogni aspetto della produzione – dal design alla realizzazione di modelli, passando per una vasta gamma di costruzioni tecniche sia per donna che uomo, dagli stili casual a quelli eleganti – e che fornisce l’opportunità di approfondire la conoscenza dei materiali e comprenderne le logiche di acquisto.

Il punto d’arrivo è lo sviluppo di una collezione. Dopo aver progettato e creato un piano di merchandising, gli studenti lavorano a stretto contatto con tecnici e artigiani italiani nel laboratorio della scuola, e realizzano le proprie paia di scarpe o i propri modelli di borse.

Grazie a una formazione così ampia e articolata, e al supporto di esperti product developer come Donato Denti (anch’egli ex-allievo Arsutoria), gli studenti sono in grado di strutturare una vera collezione, pronta per sfilare in passerella, sviluppando non solo prototipi e modelli prefissati dal programma, ma disegnando e realizzando le proprie idee stilistiche.

Come accaduto, per esempio, a Ernesto Maldonado che ha avuto modo di disegnare una propria grafica personalizzata per il suo stivale/sandalo e vederla riportata sugli elastici appositamente realizzati dall’azienda Nastrotex.

Gabriela Mendez Marquez
Le mie creazioni vogliono rappresentare il contrasto fra passato e futuro, fra linee e geometrie, fra l’innovazione tecnologica e costruzioni antiche.


Jeffrey Waskowiak
Il mio è un mondo di sovrapposizioni e trasparenze, di colori che emergono dalla pulizia del bianco, di armonia che si crea fra materiali tecnologici e classici.


Dorota Goczal
La mia collezione si distingue per le particolari geometrie, le vibranti tonalità monocromatiche e l’ispirazione all’arte astratta. Mi piace mantenere i miei design semplici esteticamente, ma complessi nelle costruzioni.


Alessandro De Silvestri
La collezione ‘To face the night’ è ispirata alle serate e alla vita notturna di Ibiza, da cui ho attinto elementi stilistici e scenografici. È caratterizzata da colori, maschere eccentriche e tanta furia.


Ernesto Maldonado
Una capsule ispirata alle Folie de Pigalle, per riprendere il lato osè della moda parigina, le sue luci, i suoi neon, riportando sulle forme quell’azzardo molto sensuale, quasi volgare, delle notti della Ville Lumiere.


Fashion Graduate Italia è stata l’ennesima occasione per Arsutoria School di collaborare con le tante aziende e i tanti professionisti del settore che credono all’importanza di sostenere i giovani designer:

Donato Denti: sviluppo prodotto
ANTONELLA PRETI: pittura decorativa
BIAFER di GUIDO FERRARIO: suole, sottopiedi
CHEMICAL INCISIONI PROCESS srl: stampa su pelle
FONTANETO LUCIANO: sottopiedi
FRANCO SAIJA: cuciture a mano
ITALCOMPO srl: tacchi
ITALIAN CONVERTER srl: tessuti, kristal, reti e stampa
NASTROTEX: nastri
PALAZZO VIGEVANO: suole
SOLMODA: suole
UNIC: pelli
VIGENS: il calzaturificio