Da oltre 40 anni nel mercato italiano degli accessori per la calzatura di alta qualità, la Mondial Suole di Porto Recanati ha saputo combinare nel corso degli anni le tecnologie più moderne con la cura artigianale del prodotto, per raggiungere una capacità produttiva di oltre 100mila paia di suole giornaliere e un fatturato annuo di 40 milioni di euro. Il gruppo, che conta su 270 dipendenti, ha recentemente approvato un nuovo piano industriale, che pone particolare attenzione al tema della sostenibilità e dell’automazione, con lo sviluppo di progetti green legati all’economia circolare, sia con riferimento al riciclo dei materiali, sia per l’utilizzo di materiali ecocompatibili provenienti da scarti di origine vegetale. In questo ambito è infatti allo studio un importante progetto per la realizzazione di un impianto in grado di recuperare i prodotti di scarto altamente inquinanti, convertendoli in gas nobili e materia prima riutilizzabile. L’ambizioso obiettivo del direttore generale recentemente nominato, Attilio Mucelli, è quello di alimentare l’intero sito produttivo in maniera sostenibile, con benefici per l’ambiente, oltre che di efficientamento dei costi. “Abbiamo da poco varato un nuovo piano industriale che disegna un percorso di crescita all’insegna dell’innovazione e della sostenibilità – ha affermato Mucelli -. Le risorse offerte da Illimity ci consentiranno di implementarlo nel miglior modo possibile, accelerando i tempi per rispondere prontamente alle esigenze di un mercato in continua evoluzione”. Nella realizzazione del piano, Mondial Suole sarà quindi affiancata da Illimity quale nuovo partner bancario, con un percorso di crescita che prevede anche la progressiva introduzione di figure manageriali a supporto del direttore generale Attilio Mucelli.