Guido Cami

Industrie Chimiche Forestali S.p.A. rafforza il costante impegno a favore della circular economy e la sostenibilità con lo sviluppo di una serie di articoli destinati al settore calzaturiero costituiti da una parte rilevante (più del 50%) di polimeri selezionati e riciclati, provenienti da scarti di lavorazione di processi di iniezione di altri settori merceologici. Per tali prodotti ICF ha avviato il processo per ottenere certificazione GSR.

“La nuova e innovativa soluzione conferma quanto il tema della sostenibilità sia ormai centrale per il nostro Gruppo – sottolinea Marcello Taglietti, COO di Industrie Chimiche Forestali S.p.A. – che da oltre vent’anni pone al centro della gestione aziendale il rispetto dell’ambiente e delle risorse umane. È un risultato che conferma la forza e la qualità del nostro centro di Ricerca e Sviluppo che costantemente lavora per implementare tecniche e prodotti sempre più innovativi e sostenibili.”

Già dal 1997 la Società ha intrapreso un percorso per l’implementazione del Sistema Integrato di Gestione Aziendale per la Qualità ottenendo la certificazione secondo la norma UNI EN ISO 9001. Negli anni successivi Industrie Chimiche Forestali ha adottato inoltre il Sistema di Gestione Ambientale in conformità alla norma UNI EN ISO 14001 e al Regolamento UE. n. 2017/1505, e il Sistema di Gestione per la Sicurezza in accordo alla norma OHSAS 18001. Dal 2010 la Società ha consolidato tutti i Sistemi di Gestione conseguiti e adottato su base volontaria il Modello 231. Dal 1998 Forestali ha avviato il suo impegno nel rispetto dell’ambiente utilizzando materiali rigenerati e riciclati nei propri prodotti e producendo adesivi a basso impatto ambientale.

È Guido Cami, Presidente & CEO di Industrie Chimiche Forestali S.p.A. a dichiarare: “Perseguire principi di sostenibilità significa per ICF anche essere competitivi e operare sul mercato globale con prodotti innovativi generando la redditività che permette di investire in nuovi impianti, formazione e ricerca ma anche remunerare capitale e lavoro.”