RE-TOUCH! racchiude in sé i concetti fondamentali del ri-uso, del riciclo e della ri-digitalizzazione sottolineando l’importanza del tatto, inteso come azione empirica del conoscere, filo conduttore della ricerca di Milano Unica. Così per i trend della Primavera-Estate 2022, il salone milanese riparte da trame e orditi, spessori dei fili, grammature, intrecci, cimose, ovvero dall’alfabeto che definisce il racconto delle tre tendenze: Nature, Urban, Digital, tre visioni interconnesse per una nuova stagione di rinascita.

Nature


NATURE
In questo tema, si celebra il trionfo della natura attraverso micro fiori, ramificazioni, maxi petali, close-up di corolle, intrecci botanici: un groviglio vegetativo che rimanda a mondi serigrafici e pittorici di rasserenante eleganza e bellezza. Sullo sfondo, si percepisce l’estetica ottocentesca di William Morris, citato non solo per la sua sensibilità preraffaelita nei confronti della natura ma anche per il suo impegno nel sostenere l’importanza dell’Art & Crafts e quindi della cultura dell’artigianato e della filiera manifatturiera. Tuttavia la ricerca va oltre per approdare alla modernità degli effetti 3D e alle disegnature digitali che attualizzano i foliage in micromondi botanici surreali.


URBAN
Lo spunto grafico arriva dallo skyline delle città con palazzi e grattacieli che si susseguono tracciando immaginarie rette parallele nel cielo sovrastante. Il punto di partenza è il gessato, uno dei tessuti maschili per antonomasia dal quale si arriva a uno studio di righe, baguette, linee e punti di sofisticata concezione. A supporto della ricerca di questo tema ci sono gli archivi storici italiani dai quali si parte per poi raggiungere picchi di virtuosismo attraverso una sintesi raffinata di inediti disegni e delle loro infinite possibilità di elaborazione.

Digital


DIGITAL
I volumi del razionalismo architettonico italiano, le grafiche degli anni Cinquanta e la ricerca formale degli anni Quaranta sono i punti chiave di questo tema che trova la sua maggiore esplicazione nell’elaborazione digitale. Tutto è pura forma, non c’è ornamento, il gioco è un intreccio di materia e volumi. Questo tema propone, infatti, un eclettismo elegante tra fibre naturali e pattern complessi.