L’azienda toscana si conferma oggi più che mai pronta al cambiamento e tempestivamente mette a punto una strategia per non mancare all’appuntamento con la stagione FW21-22. Superior garantisce così il livello di eccellenza che la contraddistingue, non solo in termini di prodotto, ma anche in termini di servizio al cliente, pensando a campionari “haute couture”.
La pre-collection FW21-22 è molto concentrata, quasi “sartoriale”, pensando direttamente alle esigenze e alle specificità delle singole maison e composta da veri e propri micro-campionari creati ad hoc paragonabili a collezioni “alta moda”, dove predominano pelli “classiche” realizzate secondo una nuova filosofia del “back to handmade”.
La collezione propone una palette composta da 4 colori principali: miel (giallo becco d’oca), ebony (cioccolato molto intenso), deep carmin (carminio intenso) e dauphin (blu ciano con toni di grigio) con colore di contrasto bronze, una sfumatura molto intensa, calda e scintillante dai peculiari effetti luce. Non mancano i must-have signature Superior, vitelli molto classici quali Vittoria, Brise, Lady Plongé, Femme, Philadelphia, Levanto, Avenue, i mezzi vitelli come il Galles, Essenza, il vitellino abrasivato, Old School, Raffaello e i vitellini classici Superior quali Atena, Brezza, Dan, Giove, Papier e Glass. Nonostante la nuova modalità di campionatura, la pre-collection propone sempre una selezione di pezzi fashion, anche se in questo momento la tendenza è quella di un “classico” rivisitato in chiave contemporanea. Anche per la parte del campionario più trendy, Superior introduce nuove pelli, luminose ma senza eccessi, dalle atmosfere equilibrate pur avendo dei chiari riferimenti di colore e texture dagli anni ‘70 e dagli anni ’80.
Ma veniamo al processo per realizzare una pelli “handmade” Superior attraverso pochi ma precisi passaggi di lavorazione: con il condizionamento con la spruzzatura dell’acqua sulle pelli si arriva a creare un tasso di umidità idoneo e conforme a procedere alla fase successiva della stiratura, fase molto delicata che serve ad affinare il fiore delle pelli. La tamponatura, azione eseguita da personale esperto, capace e qualificato serve, mediante l’applicazione di anilina diluita, a creare effetti di sfumature al fiore della pelle, ottenendo profondità e trasparenza. Si esegue poi la palmellatura, processo che attraverso una palmella di sughero crea un movimento sul fiore delle pelli, donando caratteristiche interessanti grazie alla lavorazione fatta da mani esperte e piene di maestria.

Condizionamento
Stiratura
Tamponatura
Palmellatura