Antonio Quirici

«Abbiamo voluto sviluppare questo progetto con Santoni, ambasciatore del gusto e dello stile made in Italy nel mondo, per raccontare nel dettaglio il fascino rappresentato da tutte le fasi della produzione di calzature di altissima qualità, partendo proprio dalla lavorazione e dalla selezione del cuoio da suola, elemento che costituisce la base di partenza per ogni modello». È Antonio Quirici, presidente di Cuoio di Toscana – il marchio che nasce con l’obbiettivo di farsi portavoce nel mondo del distretto conciario toscano della concia lenta al vegetale – a spiegare il progetto speciale “A Unique Sole”.

Svelato lo scorso 10 ottobre – in occasione della decima edizione della “Vendemmia”, l’evento milanese che unisce vino e moda, arte e lusso in una serie di location esclusive – il progetto comprende la realizzazione di un cortometraggio e di una collezione speciale.

Il fashion short movie – nato da un’idea di Fabiana Giacomotti, firma della moda e docente di Fashion Studies presso l’Università La Sapienza, diretto dal regista Andrea Pugiotto e prodotto da Aria Advertising – racconta un viaggio a ritroso che conduce dalla calzatura finita ai luoghi in cui nasce la sua anima unica e speciale: la suola.

Occasione per ammirare le minuziose e delicatissime fasi del processo di lavorazione di una calzatura Santoni e i suggestivi ambienti di concerie dalla storia e dalla tradizione secolari. Il tutto accompagnati da Giuseppe Santoni, amministratore delegato dell’azienda di famiglia e tra i massimi esperti di cuoio al mondo.


Giuseppe Santoni

“A Unique Sole” ha preso anche la forma di una capsule collection di due modelli, per lui e per lei, accomunate dall’iconica doppia fibbia Santoni e dalla perfetta sintesi tra gusto, stile ed estro creativo Santoni e altissima qualità della materia prima, firmata Cuoio di Toscana. Qualità garantita dalla concia lenta al vegetale, un metodo naturale e sostenibile; un processo antico basato sull’utilizzo di tannini ricavati dal legno di castagno, mimosa e quebracho.

«Una collaborazione che promuoverà il brand Cuoio di Toscana su tutti i social media e che ci aspettiamo di estendere anche ad altri importanti marchi della moda», conclude Antonio Quirici.

L’essenza del cuoio

Cuoio di Toscana ha presentato anche un bellissimo progetto pilota di brand extension: una vera e propria essenza capace di catturare il profumo unico del cuoio, riconoscibile, che affascina e cattura i sensi. Un’edizione limitata di preziose boccette che esaltano l’aroma del cuoio, fin dal Rinascimento componente di profumi sofisticati.