“E’ stato un Congresso incredibile”: così si è espresso Yves Morin, Presidente di UITIC – l’Unione internazionale dei tecnici dell’industria delle calzature, commentando la 20esima edizione dell’evento che si è svolto dal 16 al 18 maggio a Porto, in Portogallo, e che ha avuto come tema ‘From fashion to factory – A new technological age’.

A caratterizzare l’evento è stato, infatti, un numero record di delegati – che ha presentato un alto livello degli interventi, delle presentazioni e dei relatori, e un programma completo e di grande interesse di visite alle aziende locali.

“In termini generali, il congresso ha pienamente raggiunto i suoi obiettivi di essere il Think Tank internazionale dell’industria delle calzature” ha affermato ancora Mr Morin.

Senza dubbio a concorrere all’ottima riuscita dell’evento ha contribuito anche la scelta del Paese ospitante, il Portogallo.

Come ha, infatti, rimarcato Ana Teresa Lehmann, Segretario di Stato per l’industria portoghese, invitata alla cerimonia di apertura: “il Portogallo occupa una posizione privilegiata, perché è un’industria innovativa e orientata all’export, con oltre il 95% della produzione destinato ai mercati esteri e un export che nel 2017 ha superato gli 80 milioni di paia di calzature”.

porto-uitic-2018-882162074p

L’importanza della scelta del Portogallo come paese ospitante è stata sottolineata anche da Yves Morin, che ha affermato:

“Quando ho suggerito il tema di questo 20° Congresso – Dalla moda alla fabbrica: una nuova era tecnologica – ho ritenuto che il Portogallo fosse il posto giusto per discutere di questo argomento, perché questo è uno dei pochi paesi al mondo in cui possiamo trovare simultaneamente l’intera catena di produzione, con un ottimo know-how e una profonda conoscenza della moda e del design “.

Secondo Ms Lehmann, il tema del Congresso ha inoltre messo in luce il ruolo della tecnologia come forza trainante dell’economia e il suo impatto sull’industria globale. A questo livello, l’industria calzaturiera portoghese rappresenta un modello di competitività e uno degli esempi più importanti di unione tra modernità e innovazione da una parte, e tradizione dall’altra.

Grande soddisfazione per la buona riuscita dell’evento è stata espressa anche da Luís Onofre, Presidente dell’associazione portoghese delle calzature APICCAPS, che ha affermato come il XX Congresso UITIC abbia superato tutte le aspettative. Onofre ha anche evidenziato il ruolo svolto dalla Portuguese Footwear Cluster Roadmap for the Digital Economy, presentata recentemente dal settore calzaturiero portoghese, che prevede un investimento di 50 milioni di euro entro il 2020 per sfruttare le opportunità create dall’industria 4.0.